Tutto sul ciclismo: gare, attualità, ciclofollie, foto... approfondimenti su: Di Luca, Valverde, Isasi, Euskadi...

sabato 17 novembre 2007

Euskaltel Euskadi


Samuel Sanchez

Le origini:

Il 17 Giugno 1993, sotto la denominazione di Fondazione Ciclista Euskadi, si costituisce una fondazione culturale e sociale di carattere privato, sorta da un’iniziativa popolare, con personalità giuridica.

La Fondazione si delinea come una società senza scopo di lucro che persegue, come obiettivo finale, la promozione, lo stimolo, la divulgazione e lo sviluppo del ciclismo basco.

Per far ciò, come prima cosa, si decide di creare una squadra ciclista professionale formata da sportivi nati nei territori di Alava, Bizkaia, Gipuzkoa e Navarrina o che si siano formati nelle squadre di questi territori. Tale squadra dovrà gareggiare nelle prove statali ed internazionali di maggiore prestigio mondiale diffondendo lo sport basco nel mondo intero. Oltretutto viene creato un fondo sociale per la copertura economica dei membri della squadra ciclista in accordo con il regolamento della Fondazione.

La squadra inizia a muovere i primi passi il 1° gennaio 1994 sotto la spinta di Miguel Madariaga (attualmente manager generale della squadra di ciclismo e presidente della fondazione) contando su un fondo di 100 milioni di pasetas (circa 16638,6 euro), di cui 30 apportati dai soci. Le penurie economiche portarono Madariaga a cercarsi uno sponsor per finanziare la squadra: il primo sponsor fu Petronor (una società petrolifera basca) che collaborò con la fondazione dal 1995 al 1997; nel 1997, però, Petronor non rinnovò l’accordo e si fece avanti Euskaltel (una società di telefonia fissa e mobile basca) che comparve nelle maglie della squadra dalla Vuelta di Spagna di quell’anno (in quel momento la fondazione aveva accumulato un debito di 69 milioni di pesetas (11480,634 euro) e ancora oggi è lo sponsor principale.

Euskadi 1994: (GLI INIZI)

Direttore Sportivo: PERURENA TELLECHEA Domingo

Elenco corridori:

1 AJURIA GORDON IbonStagiaire ESP
2 BARCINA AGUINACO Julio ESP
3 CUESTA LOPEZ DE CASTRO Inigo ESP
4 ELISSALDE Thierry FRA
5 GONZALEZ SALVADOR Juan Carlos ESP
6 GOROSPE ARTABEN Ruben ESP
7 LAISEKA JAIO Roberto ESP
8 LAZPIUR ARTABE Javier José ESP
9 MARTINEZ GUTIERREZ Juan Tomas ESP
10 MURGUIALDAY CHASCO Javier ESP
11 OSA EIZAGUIRRE AitorStagiaire ESP
12 PALACIN SALGADO Javier ESP
13 RUIZ CABESTANY Pello ESP
14 SAGASTI ALEGRIA Agustin ESP
15 SOLAUN SOLANA César ESP
16 USABIAGA OLAZABAL Xabier ESP


Roberto Laiseka: sempre in Euskadi

Euskadi 2007: (13 ANNI DOPO)

Direttore Sportivo: Xabier Carbayeda, Gorka Gerrikagoitia, Jon Odriozola

Elenco corridori:

1 ALBIZURI ARANSOLO,Benat España 17-05-1981
2 ANTON HERNANDEZ, Igor España 02-03-1983
3 APERRIBAY ARANDA, Lander España 15-06-1982
4 ARANAGA AZKUNE, Andoni España 01-01-1979
5 ASTARLOZA CHAURREAU, Mikel España 17-11-1979
6 AZANZA SOTO, Jorge España 16-06-1982
7 BRU PASCAL, Jon España 18-10-1977
8 ETXEBARRIA ARANA, Unai Venezuela 21-11-1972 (ha genitori baschi)
9 FERNANDEZ, Koldo España 13-09-1981
10 GALDOS ALONSO, Aitor España 08-11-1979
11 GALPARSORO MARTINEZ,Dionisio España 13-08-1978
12 HERNANDEZ GUTIERREZ, Aitor España 24-01-1982
13 IRIONDO URANGA, Iban España 01-05-1984
14 IRIZAR ARANBURU, Markel España 05-02-1980
15 ISASI FLORES, Inaki España 20-04-1977
16 LAFUENTE OLAGUIBEL, Andoni España 06-09-1985
17 LANDALUZE INTXAURRAGA, Inigo España 09-05-1977
18 LUENGO CELAYA, Anton España 17-04-1981
19 MAYOZ, Ivan España 30-09-1981
20 OROZ UGALDE, Juan Jose España 11-07-1980
21 PENA IZA, Aketza España 04-03-1981
22 PEREZ LEZAUN, Alan España 15-07-1982
23 PEREZ MORENO, Ruben España 30-10-1981
24 SANCHEZ GONZALEZ, Samuel España 05-02-1978
25 TXURRUKA, Amets España 10-11-1982
26 URIBARRI, Unai España 28-02-1984
27 VELASCO MURILLO, Ivan España 08-02-1980
28 VERDUGO MARCOTEGUI, Gorka España 04-11-1978
29 ZUBELDIA AGIRRE, Haimar España 01-04-1977
30 ZUBELDIA AGIRRE, Joseba España 19-03-1979


Foto di gruppo 2007 davanti al Museo di Bilbao

13 anni di storia:

L’Euskatel-Euskadi è riuscita nel suo obiettivo: in 13 anni sono stati ben 55 gli atleti baschi a passare professionisti. Tra questi vanno menzionati in ordine cronologico: Roberto Laiseka (1994), veterano della squadra, ritiratosi l’anno scorso per un infortunio, vincitore tra l’altro di 3 tappe alla Vuelta e 1 al Tour; Unai Etxebarria(1996), vincitore di una tappa alla Vuelta 2003, di una tappa al Delfinato 2001; Joseba Beloki (1998), secondo al Tour 2002, terzo al Tour 2000 e 2001, terzo alla Vuelta 2002; Haimar Zubeldia (1998), corridore regolare, quinto al Tour 2001, 9° al Tour 2006, 5° al Tour 2007, 10° alla Vuelta 2000, 11° alla Vuelta 2001, 2° al Giro del Delfinato 2000, 7° alla Classica di San Sebastian 2005; Samuel Sanchez (2000), asturiano, vincitore di 5 tappe alla Vuelta (1 nel 2005; 1 nel 2006, 3 nel 2007), di 4 tappe al Giro dei Paesi Baschi (3 nel 2006, 1 nel 2005) e della classica di Zurigo 2006; Iban Mayo (2000), vincitore della Sallanches – Alpe d’Huez al Tour 2003 (Tour chiuso al 6° posto), del Giro del Delfinato 2004 (con 2 tappe, compresa quella del Mont Ventoux, all’attivo), del Giro dei Paesi Baschi 2002, della Vuelta a Burgos del 2006 e di una tappa al Giro d’Italia 2007; Inigo Landaluze (2001), vincitore del Giro del Delfinato del 2005; Inaki Isasi (2001), la mascotte della squadra; Egoi Martinez (2002), 1 tappa alla Vuelta 2006; Igor Anton (2005), giovane promessa del ciclismo contemporaneo, scalatore, già vincitore di una tappa di montagna, dedicata a Laiseka, alla Vuelta 2006, vincitore di una tappa al Giro di Romandia 2007 e della scalata del Montjuic 2006.
Molti sono anche i successi, 119, sottolineando il fatto che stiamo parlando di una squadra di scalatori (l’unico vero velocista che attualmente schiera è Koldo Fernández de Larrea).
L’anno con più successi è stato il 2000, 15, tra cui spicca una tappa alla Vuelta vinta da Roberto Laiseka, il prologo del Delfinato vinto da Alberto Lopez de Munain, la Bicicletta Basca conseguita da Haimar Zubeldia e una tappa alla Vuelta a Burgos conquistata da Alberto Martinez.
Ma l’anno d’oro è stato sicuramente il 2003, 13 successi di grande spessore, dove il protagonista è sicuramente Iban Mayo, classe 1977, scalatore, capace di vincere 2 tappe al Delfinato, 3 tappe al Giro dei Paesi Baschi e la classifica finale e la tappa con arrivo Alpe d’Huez al Tour; da ricordare anche una tappa alla Vuelta vinta da Unai Etxebarria, una alla Bicicletta Basca ottenuta da David Etxebarria e una alla Vuelta Burgos vinta da Gorka Gonzalez.
L’anno peggiore è stato il 1997, non tanto per i successi, solo 3, ma per la crisi economica che ha riguardato la Fondazione e che non ha permesso alla squadra di far passare nuovi ciclisti baschi al professionismo come negli altri anni.

NB. Sono stati elencati solo i successi più importanti


Haimar Zubeldia, Iban Mayo e Samuel Sanchez

L’Euskadi oggi…con uno sguardo al futuro:

Manager generale: Miguel Madariga
Secretario tecnico: Igor González de Galdeano
Direttori sportivi: Xabier Carbayeda, Gorka Gerrikagoitia, Jon Odriozola
Médici: Guillermo Cuesta, Eduardo González Salvador,Sergio Quílez
Preparador físico: Josu Larrazabal
Osteopata: Nicolás Pescheaux
Massaggiatori: Miguel Caravaca, Jon Carbayeda, Miguel Izaguirre, Joseba Lekue, Borja Rodríguez, Ivan Ruiperez, Gabino Ereñozaga
Meccanici: Tomás Amezaga, Luis Lamas, Jose Cruz Mujica, Joxe Nazabal, Luis Otazu
Prensa y comunicación: Jesus Aizkorbe

La squadra ha a disposizione 4 autobus, 2 camion, 1 camper, 1 furgone, 11 auto.

La politica è rimasta quella originale: promuovere il ciclismo basco a livello mondiale facilitando il passaggio nei professionisti di atleti baschi. Quest’anno, con l’abbandono di Laiseka, per infortunio, e di Mayo, approdato in un’altra squadra, l’Euskatel ha deciso di puntare sempre più sui giovani atleti rinnovando la rosa e lasciando ai “vecchi” H. Zubeldia, I. Isasi, U.Extebarria e I. Landaluze, il ruolo di formarli con la loro esperienza. La squadra ruota soprattutto sulla figura vincente di Samuel Sanchez che rappresenta la pedina più importante da schierare sia per le gare da un giorno, che per le brevi corse a tappe ma anche per i grandi giri (Vuelta). Anche H. Zubeldia, con i suoi piazzamenti al Tour, rappresenta una certezza all’interno della squadra.
Ma, come dicevamo, sono i giovani i veri protagonisti di questa squadra che rappresentano le risorse da proiettare verso il futuro e come tali vengono tutelati affiancandogli i più esperti e non facendogli sentire il peso di conseguire dei risultati nei primi anni di professionismo; sicuramente tra questi Igor Anton è quello con maggior classe soprattutto quando la strada si impenna e anche in questa stagione ha dato buone indicazioni (tappa al Tour de Romandie), in questo anno appena passato sono venuti buoni segnali anche da Amets Txurruka, che ha indossato la maglia bianca e ha vinto il premio della combattività al Tour, e da Koldo Fernandez sempre ben piazzato negli sprint (ha vinto, oltretutto, una tappa alla Tirreno – Adriatico). Per tutti il 2008 può essere l’anno della consacrazione a livello mondiale… un grande in bocca al lupo a tutti!


Igor Anton vince la tappa con arrivo a Calar Alto (Vuelta 2006)

La scelta:

Perché parlare dell’Euskatel-Euskadi? Semplice, questa squadra rappresenta una realtà unica nel ciclismo ed è pertanto da tutelare e non, come molti vorrebbero da cacciare dal pro-tour per mancanza di risultati o perché non riesce a schierare atleti di alto livello ad ogni gara che corre. Questa squadra si fonda su una società formata da tanti piccoli azionisti baschi, famiglie che mettono i loro risparmi in questo progetto spinti dall’amore verso il ciclismo e dalla voglia di promuovere e far conoscere la loro terra a livello mondiale.

Da segnalare anche la recente l’iniziativa della Fondazione, nella persona di Miguel Madariaga, che ha creato un’aula pedagogica per avvicinare i bambini e ragazzi al mondo delle due ruote e formare i campioni del domani. La presentazione è stata fatta il 21 marzo del 2006 mentre il 17 giugno 2006 è stata costituita la prima classe. Al progetto partecipano attivamente anche i corridori tra i quali spicca Inaki Isasi.



Inaki Isasi con la sua classe di allievi

Cenni di storia e geografia:

L’Euskadi (Eusko = basco, di = insieme), o Paesi Baschi, è un territorio autonomo della Spagna situato nel nord-est della nazione. Il capoluogo è Vitoria-Gasteiz. Sono suddivisi in tre province esistenti da prima del 1200, data in cui furono annessi alla Castiglia:
- Araba con capitale Vitoria-Gasteiz
- Bizkaia con capitale Bilbao
- Gipuzkoa con capitale Donostia
Durante la dittatura, Franco represse ogni forma d’autonomia e tale situazione durò fino alla caduta del regime nel 1978 dove vennero restaurate le comunità autonome.
Le origini di questo popolo sono ignote ma si pensa che siano discendenti degli uomini di Cromagnon che vivevano nei Pirenei durante il Neolitico.
Misteriosa è anche l’origine della lingua basca, l’Euskera, che si pensa sia una lingua pre-indoeuropea sopravvissuta alle influenze successive.
Il popolo basco è molto attaccato alla propria terra e alcune frange estremiste richiedono l’indipendenza dalla Spagna a gran voce anche in modo violento.
È certo che quest’attaccamento, quello in senso buono, è il motivo scatenante che ha portato alla creazione di una Fondazione per promuovere il ciclismo basco.

NB. Vi sono siti, quali Wikipedia, dove si può trovare l’intera storia e le curiosità sui Baschi.



Joy

2 commenti:

Domy ha detto...

Bravi ragazzi,complimenti per il post è davvero molto bello.

Anonimo ha detto...

Beh, ho scoperto questo Blog da 10 minuti e ne sono rimasto affascinato...tanto da scrivere per la 2a volta in pochi minuti !
Grazie di cuore e complimenti vivissimi per lo stupendo articolo e presentazione di questa meravigliosa e "unica" squadra nel panorama mondiale.
Buon lavoro e continuate così !
Remo (Parma)
p.s.: fantastico Samu oggi !!!!